I MIEI VIAGGI NEL MONDO

Calcutta – La citta’ della gioia

DSC_0014

La notte dell’ultimo giorno del 2016 sono arrivato a Calcutta. Con il mio gruppo di “avventure” avevamo prenotato un albergo in centro vicino al New Market  l’antico mercato cittadino che risale alla fine dell’800. Volevamo passare in allegria la notte di capodanno pur sapendo che in India questa festivita’ e’ poco sentita. O per lo meno cosi’ ricordavo dai miei viaggi in Kerala e in Rajastan. Quindi verso la mezzanotte ci avviamo verso Park street…continua

India – Orissa  Tra tigri templi e tribu’

orissa & Varanasi
Etnie dell’Orissa – Bonda Kondh

 Ho effettuato questo viaggio a Gennaio 2017.L’obiettivo del viaggio era quello di unire alla visita dell’Orissa , che e’ gia’ interessata da uno specifico viaggio di ANM, anche la visita di un paio di parchi nello stato del Madhia Pradesh dove si poteva riuscire a vedere la tigre. Per arrivarci e’ necessario passare anche nello stato del Chattisgaart che fino al 2000 era incluso nel sopracitato Madia Pradesh Continua

Il mio viaggio in Persia

Iran 2015-gen-07--23

Da quando gli ayatollah  sono andati al potere nel 1978 defenestrando  lo  Scia’ Reza Palhevi l’Iran e’ definito uno dei paesi dell’asse del male salvo poi verificare sul posto  che il male e’ , come sempre, nei governi, nei fondamentalismi , e nei pregiudizi di noi occidentali che ci facciamo di questi paesi l’idea che i media decidono di trasmetterci. Infatti il popolo iraniano e’ un popolo aperto, gentile curioso e colto esattamente il contrario di quello che si puo’ pensare. Spesso  le nostre conoscenze della storia persiana si fermano alle scuole elementari ( ricordate Serse , Ciro il grande, Dario il grande ecc.) .  Immaginiamo un paese di esagitati sempre in preghiera e pronti a mangiare gli occidentali e poi ci troviamo a visitare un paese semplice ma pulito, popolato da gente aperta , affettuosa e desiderosa di conoscere usi e costumi di noi occidentali che in gran parte sono a loro negati….continua

SENEGAL MON AMOUR

DSC_0180

Il Senegal che ho visto non è un paese di grandi panorami come quelli che si vedono nei paesi che condividono il deserto del Sahara o i paesi dell’Africa del sud come Namibia o Sud africa. Non è neppure un paese di grandi parchi come la Tanzania o il Botswana. E’ invece un paese che consente una grande immersione nella vita della gente dove, quindi, gli aspetti umani sono preponderanti. Mercati, villaggi di pastori, villaggi di pescatori, scene di pesca, l’essiccazione del pesce sulle spiagge rimarranno indelebili insieme alla straordinaria bellezza , vivacita ‘ ed allegria degli uomini e delle donne senegalesi. Continua

Botswana , una natura straripante

DSC_0328

Un viaggio nella natura africana piu’ vera ed autentica tutto concentrato nella parte nord est del paese con esclusione totale del Deserto del Kalahari. E quindi tutti i parchi piu’ importanti : Chobe,Savuti, Moremi e il delta dell’Okawango, la parte leggermente a sud dei pan e dei grandi baobab. Chi non ha mai visto l’africa degli animali si entusiasmera’ chi ha visto altri paesi fara’ i confronti ma il Botswana rimarra’ unico. continua

Laos tra villaggi e misticismo

DSC_0161

Il viaggio ha un forte taglio culturale e naturalistico, un intenso tour ad anello che partendo dalla Thailandia si dirige verso le regioni settentrionali del Laos, ricche di vegetazione e caratterizzate da numerosi villaggi ed etnie per poi discendere nelle regioni centrali via terra ed attraverso il Mekong ed i suoi affluenti (il Nam Ou). Si attraversano gli splendidi villaggi di Nong Khiaw e Muang Ngoi Neua, fermi nel tempo di quell’Indocina tanto cara al nostro immaginario collettivo, appena intaccati dal turismo, via via sino alla bellissima Luang Prabang, l’antica capitale laotiana, sito archeologico famoso e cittadina gradevolissima, Patrimonio dell’Umanità.continua

Cambogia: il sito di Angkor

CSC_0798

Il viaggio in Cambogia e’ stato un proseguimento del viaggio in Laos. Siamo rimasti quattro giorni in gran parte dedicati ai templi di Angkor. I templi di Angkor sono una delle meraviglie del mondo e vanno assolutamente visti con una guida. Non e’ possibile dedicargli meno di tre giorni. In estate può’ essere una gran fatica ma sarete ripagati da emozioni indescrivibili. Cercate di sfruttare anche albe e tramonti perché’ alcuni siti ( Angkor Wat, Pre rup ecc..) forniscono una emozione particolare proprio in quelle ore. I fotografi troveranno di che divertirsi. Ovviamente su questi templi c’e’ una vastissima letteratura storico/ turistica che ne può’ illustrare tutti gli aspetti.continua